Regione Liguria - efficientamento energetico  - Nuovo bando PR FESR 2021-2027 per riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti delle imprese e delle aree produttive - Domande fino al 18 marzo 2024

Regione Liguria - efficientamento energetico - Nuovo bando PR FESR 2021-2027 per riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti delle imprese e delle aree produttive - Domande fino al 18 marzo 2024

BANDO "EFFICIENTAMENTO ENERGETICO"

Cos’è

Un bando da 10 milioni per supportare l’efficientamento energetico delle imprese, con un mix di agevolazioni volte a realizzare azioni finalizzate a produrre meglio e consumare meno. Con l’obiettivo di ridurre di almeno il 30% le attuali emissioni inquinanti degli stabilimenti.

Chi può accedere

Micro, piccole, medie imprese ma anche le grandi imprese, per la parte a finanziamento agevolato. Ammesse anche le imprese del commercio, dell’artigianato e della ristorazione, ma limitatamente a interventi superiori a 100.000 euro (*) in armonizzazione con lo strumento «casse»

Per cosa si può utilizzare

Sono ammessi ad agevolazione interventi per la:

-riqualificazione energetica degli immobili (coibentazione dell'involucro edilizio, sostituzione dei serramenti e delle superfici vetrate, realizzazione di pareti ventilate/giardini verticali/tetti verdi/opere per l'ottenimento di apporti termici gratuiti, installazione di sistemi schermanti e sistemi di climatizzazione passiva, ristrutturazione dell'impianto termico, installazione di sistemi e dispositivi per il controllo automatizzato e la telegestione, efficientamento del sistema di illuminazione o sistemi di trasporto interni, realizzazione di rete di teleriscaldamento diretta all'autoconsumo), 

-riqualificazione energetica degli impianti produttivi per aumentare l'efficacia delle misure di efficienza energetica e limitare il consumo di energia (digitalizzazione, building automation, misurazione intelligente)

-sostituzione impianti e macchinari con attrezzature nuove e più efficienti.

Quanto si può richiedere

Le imprese dovranno ridurre di almeno il 30% le attuali emissioni inquinanti degli stabilimenti (che si calcola sullo stabilimento per interventi sull’edificio, sui macchinari in caso di interventi che riguardano la linea di produzione).

Ammessi ad agevolazione costi non inferiori a:

- 20 mila per le micro imprese 
​​​​​​- 100 mila per le piccole, medie o grandi imprese. 

L'intervento massimo consentito è di un milione di euro.

Lo strumento finanziario prevede per le micro, piccole e medie imprese un mix di agevolazioni (fondo perduto a copertura del 43% dell'investimento, prestito al tasso dell'1,5% a copertura del 45% e abbattimento costi garanzia), a copertura dell'88% degli investimenti effettuati.

Per le grandi imprese l'agevolazione è limitata al prestito a tasso particolarmente vantaggioso a copertura massima dell'80% dell'investimento

I progetti d'investimento devono essere completati e rendicontati entro il 10 novembre 2024.

Retroattività

Sono ammissibili ad agevolazione interventi avviati, purché non conclusi a partire dal 1° luglio 2023 nel caso delle micro, piccole e medie imprese, mentre scatta dal 17 gennaio 2024 la retroattività per le grandi.

Quando e come presentare domanda

Le imprese interessate possono far domanda esclusivamente accedendo al sistema "Bandi on line" di Filse, dal 16 al 29 febbraio 2024. Modalità offline dal 12 febbraio. Con Delibera n.174 del 27/2/2024 Regione Liguria ha prorogato i termini per la presentazione delle domande al 18 marzo 2024 (entro le 17:30)

(*) modificato con deliberazione della Giunta Regionale n. 91 del 1 Febbraio 2024

Link esterno: https://www.filse.it/bandi-attivi/publiccompetition/278:pr-fesr-2021-2027-op2-azione-2-1-2-incentivi-finalizzati-alla-riduzione-dei-consumi-energetici-e-delle-emissioni-di-gas-climalteranti-delle-imprese-e-delle-aree-produttive-ii-edizione.html

Ultima modifica
Gio 29 Feb, 2024